martedì 31 ottobre 2017

Il marito di mio fratello


A volte anche i pregiudizi più consolidati si sgretolano come un muro costruito con la sabbia. Basta una domanda innocente a minarne le fondamenta. Sono sufficienti lo sguardo limpido di una ragazzina, il suo sorriso sincero e la sua vitalità prorompente per provocare uno smottamento inarrestabile. Sembra poco ma per noi adulti, che spesso modelliamo la complessità del mondo con schemi rozzi e generalizzanti, è una rivoluzione. Ed è proprio una rivoluzione quanto accade a casa di Yaichi e di sua figlia Kana, quando irrompe nella loro vita Mike, omaccione irsuto che viene dall'altro capo del mondo, il Canada. Mike è lo zio di Kana, avendo sposato Ryoji, fratello, purtroppo scomparso, di Yaichi. E sì, perché laggiù è legale sposarsi fra persone dello stesso sesso e Kana non lo capisce. Nel senso che non comprende perché in Canada si possa farlo mentre in Giappone sia vietato. Perché? 
Il padre non sa rispondere. Ed è solo la prima delle tante domande poste dalla figlia, cui non sa dare una risposta, capendo che lui stesso, fino ad allora, non si era mai posto seriamente quelle domande, ma ne aveva sempre accettato le risposte che la società giapponese aveva fornito. Risposte di comodo, che risparmiano la fatica di pensare. Yaichi è dapprima frastornato ma poi, incoraggiato dalla spontaneità di Kana e dal sincero ed entusiasta rapporto che instaura con Mike, si lascia progressivamente andare e scopre diversi aspetti di sé stesso che aveva tenuto in un angolo. Primo fra tutti comincia a rielaborare il rapporto col fratello, interrotto dieci anni prima dopo il suo coming out e la partenza per il Canada. Ma rivede anche la comunicazione con la ex moglie, che, ospite alcuni giorni in casa del marito e della figlia, riscopre, grazie all'atmosfera diversa creata dall'arrivo di Mike, un maggiore feeling con Yaichi.
Primo di due volumi, Il marito di mio fratello, pubblicato pochi giorni fa da Planet Manga, è una delicata storia con cui Gengoroh Tagame, artista di fama internazionale ed autore celebrato  della cultura LGBT; affronta il tema dell'amore e della famiglia non tradizionale con tocco lieve ma nitido e penetrante, come lo sguardo della stessa Kana. 

8 commenti:

  1. Non so se è la tua recensione o la tematica trattata, ma credo che lo acquisterò.
    Sai dirmi se sono pagine originali o ribaltate all'occidentale?

    PS: Mike mi ricorda molto il dott. Brown di "Everwood". :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pagine originali, nessuna violenza all'opera :-)

      Elimina
    2. È vero! È uguale al dottor Brown!

      Elimina
    3. Certo che non è da considerarsi un'opera esattamente "economica"...

      Ho visto il sito dell'autore: specializzato in storie omosessuali ma virate molto all'hentai, questa invece sembra una storia più "casta".

      Elimina
    4. Cercato: esaurito! :(
      Forse dopo LuccaComics torna qualche pezzo in fumetteria...

      Elimina
    5. Sì, il sito dell'autore è decisamente hard, ma quest'opera ha una leggerezza e delicatezza inimitabile. Ha uno scopo diverso.
      Davvero esaurito?

      Elimina
    6. Esaurito sì: ci sono due fumetterie a Bari, collegate tra loro, e nessuna ne aveva copie... Considera che è uscito un paio di settimane fa, e tra abbonati e avventori occasionali, se sono più smaliziati di me in fatto di manga, avranno colto il valore dell'opera...

      Elimina
  2. Ce l'ho finalmente!
    Il prezzo è apparentemente alto, ma quando vedi il volume in tutto il suo corposo spessore (e con sovracopertina), e credo senza pubblicità esterne alla casa editrice, almeno il "prezzo specifico" è giustificato.
    Sui contenuti attendo di leggerlo, ma ho buone aspettative. :)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...