giovedì 21 gennaio 2010



Mi piace molto il treno di collegamenti che ha portato il mio amico Emiliano da Ken Parker alla voglia di birra passando per la "Conquista del West".... mi immagino anche la birreria evocata da Emiliano e il suo gestore mezzo cow-boy e mezzo rivoluzionario.... più che una birreria, un trading post dove i compagni (e non) possano riposarsi, bere una buon bicchiere e continuare il loro viaggio.

In realtà l'albo “Sciopero” vede un Ken urbano: infatti è ambientato a Boston, dove il nostro entra in contatto con il mondo per lui sconosciuto delle fabbriche dell'epoca. Agente per conto di una società di investigazioni, si fa assumere come operaio per scoprire il sindacalista che sta diffondendo idee sovversive fra i proletari. Gli basta poco tempo per capire da che parte stare e, durante uno sciopero, si schiera a fianco degli operai reagendo contro le cariche delle forze dell'ordine. Nella calca uccide un poliziotto che sta per ammazzare un bambino. A sua volta ferito gravemente, viene salvato dalla solidarietà degli operai e delle loro famiglie. E' un affresco eccezionale delle condizioni terribili del proletariato dell'epoca. Tra l’altro in una vignetta c'è Ken che legge il Capitale di Marx, e il sindacalista gli spiega il concetto del plusvalore.....

Questo è l'ennesimo albo di Ken Parker dove il protagonista evolve nella storia, capisce di sbagliare e prende una decisione che lo fa cambiare: come succede nella nostra vita. E' un uomo, non un eroe, con tutte le sue debolezze e tutte le sue virtù... Per questo Ken mi piace

3 commenti:

  1. Per essere "Colui che non ricorda"... ricordi piuttosto bene!
    Lo Zio Zeb era in realtà un omino piuttosto basso con dei grandi baffoni e i capelli lunghi dietro.
    Sornione e tirchio... in tanti anni di bevute, mai un goccio offerto ai poveri assetati!
    Nella birreria trovavano rifugio sbandati, fumati, cattolici e comunisti, alpini e i peggiori elementi della banda cittadina.
    Quelli che avevano un gruppetto musicale e dopo le prove non sapevano dove andare a parare, quelli che giocavanoa a carambola, quelli che passavano le ore ai videogiochi... quelli che...
    Adesso basta se no mi trasformo in Jannacci.

    RispondiElimina
  2. un bellissimo posto direi... trovarne di simili... di questi tempi prevalgono i baretti da aperitivi per fighetti....

    RispondiElimina
  3. hey! una birra anche per me...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...